Piatti tipici a Marrakech: cosa provare in viaggio

Come ormai sapete, il Marocco è uno dei luoghi che più mi ha emozionata durante i miei viaggi. Il valore aggiunto è quello di provare i piatti tipici a Marrakech, un vero tuffo nella cultura locale.

Bellissima, complicata, pazza, intensa

Così la definisce Philip Rosenthal, un simpatico individuo che gira per il mondo a provare i migliori piatti di ogni città. Inutile dire che sarebbe il sogno della mia vita. Dice un’altra cosa in cui mi ritrovo molto:

È come il primo giorno di scuola. Non aspettarti di sapere tutto il primo giorno. Togliti un po’ di pressione, abituati un po’. E la prossima cosa che saprai, è che puoi essere più felice di quanto tu non sia mai stato.

Così mi sono sentita appena ho messo piede in città; il passo verso la spensieratezza è stato breve. È bastato il profumo di un tajine e il fresco sapore di un succo di melograno per farmi sentire a mio agio. Volete sapere qual sono i piatti tipici a Marrakech? Venite con me!

Cosa provare per entrare nella cultura marocchina: piatti tipici a Marrakech

1. Tajine

Il tajine è il primo piatto che la gran parte di voi proverà una volta arrivati in città. Prende il nome dal tegame in terracotta che viene utilizzato per la sua preparazione. Non ha una ricetta unica, in quanto ogni famiglia possiede la sua tradizionale e si può cucinare sia con carne che con pesce. La base della ricetta sono le spezie, come gran parte dei piatti tipici a Marrakech: curcuma, zafferano, cumino. Sono solo alcune delle meraviglie che si possono ammirare ed annusare nei mercati della città.

tajine-piatti-tipici-a-marrakech

2. Cous cous

La tradizione vuole che vengano utilizzati sette tipi di verdure differenti e che si mangi dallo stesso tegame tutti insieme, stando attenti a non sconfinare nella porzione del vicino. La carne, o il pesce, posizionati sotto alle verdure e vanno mangiati per ultimi, vanno guadagnati insomma. Si tratta di granelli di semola dura e sono la parte fondamentale di qualunque piatto importante, destinato a festività e celebrazioni. Per arricchirne il sapore si usano la frutta secca e il tfaya, un insieme di spezie, miele, cipolla e burro.

3. Zuppa Harira

Una zuppa a base di ceci e lenticchie. È la tradizionale pietanza che accompagna il periodo del ramadan, quando al tramonto la famiglia si riunisce a mangiare e bere dopo il digiuno. Non è raro trovarla con l’aggiunta di carne d’agnello o di manzo e ovviamente con spezie. Il segreto, che quasi mai nessuno svela, sta nell’aggiunta di una miscela a base di farina e lievito, chiamata tadwira, che rende il piatto più denso e cremoso.

zuppa-harira-piatti-tipici-a-marrakech
ph credit El Jadida

4. Corni di Gazzella

Fra i piatti tipici a Marrakech non può mancare il dolce. I corni di gazzella sono dei biscotti ripieni di mandorle e acqua di fiori d’arancio. Il nome deriva dalla loro forma, somigliante proprio alle corna di quegli animali che spesso si incontrano nel deserto. I Kaab al Ghazal sono un’istituzione in tutto il Marocco, dove risultano essere il perfetto accompagnamento al thè.

corni-di-gazzelle-piatti-tipici-a-marrakech

5. Pane marocchino

Uno dei migliori al mondo. Una varietà incredibile che va dal classico Khobz, che si utilizza per accompagnare qualsiasi genere di piatto, fino a quelli aromatizzati al sesamo, al cumino o al miele. Quello che più mi è piaciuto è il Msemen. Si tratta si un pane sfogliato che ricorda le crepes e che viene preparato in purezza con acqua, sale, olio, farina e burro, oppure arricchito con cipolla, prezzemolo e carne macinata.

msemen-piatti-tipici-a-marrakech
ph credit Edible Delmarva

Potrei andare avanti per ore, menzionandovi la Pastilla, la Tanjia o il Mèchoui, ma lascio a voi la bellezza dello scoprire i migliori piatti tipici a Marrakech!



30 commenti su “Piatti tipici a Marrakech: cosa provare in viaggio”

  • Adoro la cucina etnica e sono sempre curiosa di provare nuovi piatti e nuovi sapori legati ai territori che visito. Non ho ancora avuto modo di andare in Marocco, ma credo che mangerei a dismisura! La tua selezione di piatti è molto intrigante.

  • Adoro il pane sfogliato del Marocco! Qualche anno prima della pandemia a Torino potevi trovare per strada delle signore che lo vendevano dalle loro borse (sì, a Torino!) ed era una delizia. Anche gli altri piatti sono fantastici. Non vedo l’ora che sia di nuovo possibile viaggiare in libertà per poter volare in Marocco e assaggiare i corni di gazzella che ancora mi mancano!

    • Non ci credo! Averlo saputo mi sarei trasferita a Torino! Era il mio preferito il pane sfogliato. Lo rifaccio anche a casa spesso, ma non è la stessa cosa.

  • Non amo molto la cucina Marocchina, ma Il tajine mi piace e lo mangio fatto nelle varie versioni sempre volentieri , alcuni dei piatti da te scritti però non li conosco e forse varrebbe la pena provarli

    • Io credo che insieme a quella nordica, quella marocchina sia la mia preferita in assoluto!

  • In Marocco penso che proverei di tutto, la cucina è simile per alcuni versi a quella siciliana, vedi il cous cous o i dolcetti di mandorle. La tajine l’ho provato qualche tempo fa, super buona! La zuppa mi ispira particolarmente così come il pane marocchino, in versione salata ancora meglio!

    • Infatti il pane è il mio preferito! E come adoro la cucina siciliana, lo stesso vale per quella del Marocco!

  • La cucina marocchina mi piace molto , in special modo il cous cous di cui a San Vito lo capo , in Sicilia , c’è persino un festival . Mi piacerebbe provare gli altri piatti , sembrano proprio gustosi

  • Mi hai fatto venire l’acquolina in bocca. Devono essere tutti piatti veramente gustosi ma se dovessi sceglierne uno, essendo un tipo molto goloso, vorrei assaggiare i corni di gazzella. Penso che saranno deliziosi perché adoro tutto quello che è realizzato con le mandorle.

    • Guarda, a me che non piacciono i dolci, hanno fatto impazzire, quindi te li consiglio proprio!

  • Dovevo visitare Marrakech proprio durante questo luglio ma ahimé il Marocco ha chiuso i confini e quindi forse se ne riparla il prossimo anno.
    Che voglia di mangiare cucina marocchina, soprattutto le corna di gazzella, buonissime!

    • Sono sicura che ci lascerai il cuore a Marrakech. Leggendo anche i tuoi ultimi articoli sono certa che ti piacerà!

  • Ho provato quasi tutti i piatti indicati, non mi ricordo però i dolci, comunque la cucina mi è piaciuta molto ho anche comprato il tajine

  • Tutti! Li voglio provare tutti! Amo le spezie, e quando visito luoghi con culture così diverse dalle nostre, provo ogni piatto, anche perché cerco di farli anche a casa ma sono tendenzialmente sempre poco speziati, e non sono la stessa cosa.

    • Ti dico solo che io, insieme alle cartoline, colleziono spezie. Hai capito ora quanto mi possa piacere la cucina marocchina?!

  • Tajine l’ho provato secondo la ricetta algerina e l’ho adorato!
    Sarebbe interessante capire quali di questi piatti andrebbero bene per me, che sono celiaca.
    Sicuramente non il pane e il cous cous purtroppo!

    • Il tajine, se eviti l’abbinamento con il cous cous è gluten free! In effetti loro utilizzano molto le farine, ma una soluzione la possiamo trovare!

  • Purtroppo non sono mai stata in Marocco e quindi gli unici piatti che ho provato, il tajine e il cous cous, sono probabilmente una versione “italianizzata” della vera ricetta marocchina. Una soluzione potrebbe essere quella di provare a realizzarne alcune con le mie mani, se riesco a trovare gli ingredienti!

    • Li trovi tutti nei negozi etnici! Hanno anche le spezie locali e se non dovessero averle, se le chiedi te le fanno arrivare a prezzi irrisori!

  • Sai che anche a me il Marocco ha colpito molto – ci sono stata già tre volte e non vedo l’ora di tornarci una quarta!
    Durante i miei viaggi in questo Paese, ho mangiato spesso il tajine e il cous cous, ma non ho mai assaggiato la zuppa harira e i corni di gazzella. Leggendo gli ingredienti direi che potrebbero piacermi, quindi li assaggerò sicuramente quando tornerò in Marocco.

    • La zuppa mi ha emozionata, era come se le emozioni della cuoca fossero finite dentro il piatto. E i corni di gazzella sono fra i pochi dolci che mi piacciono! Quindi ti consiglio entrambi!

  • Non sono mai stata in Marocco, ma alcuni di questi piatti mi incuriosiscono parecchio anche perchè amo le spezie. Chissà che buono il pane aromatizzato nei vari gusti dolci o salati come hai ben descritto tu!

    • Il mio preferito fra i piatti! Pensa che io le colleziono le spezie, abbiamo molte cose in comune!

  • Ma che bello questo articolo che raccoglie i piatti del Marocco!

    Ci sono stata due volte, e ovviamente la tajine e il cous cous, in tutte le salse, oltre alla carne di montone …

    Trovo la cucina marocchina davvero molto buona ed equilibrata, dal punto di vista dietetico!

    • Una vera goduria, senza mai esagerare, perchè come dici tu alla fine non utilizzano grandi quantità di grassi. Buono e sano!

  • Non sono mai stata in Marocco ma solo a vedere le foto dei piatti tipici mi viene l’acquolina. Inoltre mi pare che il msemen sia molto simile al pane che ho assaggiato in Malesia il “roti chanai”.

    • Non sono mai stata in Malesia, quindi non so dirti se siano simili, ma guardando un po’ le fasi di preparazione e gli ingredienti, ti direi proprio di si!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *