Pad Thai: Asian Vibes a portata di forchetta

La mia ossessione; e neanche sono mai stata in Thailandia. Ricordo come fosse oggi quando è stata la prima volta che lo assaggiai: ero a Milano durante una rimpatriata del Cammino di Santiago, ed è sbocciato l’amore. Le origini della ricetta del Pad Thai sono contese con la Cina, ma testimonianze storiche lo fanno risalire al regno di Ayutthaya intorno al 1300. Solo dopo la Seconda guerra mondiale diventa uno dei piatti nazionali e oggi lo si trova in tutto il mondo.

Plaek Phibunsongkhram era uno dei leader militari che nel 1932 organizzarono il colpo di stato in Thailandia. Dopo sei anni divenne primo ministro e stravolse quella che era la quotidianità del Paese, ma lo fece con un’attitudine positiva, infatti si dedicò ad un rinnovamento nazionale. In primis cambiò il nome da Siam a Thailandia, riscrisse l’inno nazionale e si prefissò di creare un’unica identità culturale, anche attraverso il cibo. Il suo piatto preferito era il Pad Thai e fece di tutto per farlo diventare il piatto principe della loro tradizione.

Inutile dirlo che in tutto il territorio thailandese esistono diverse varianti di questo piatto. Il Pad Thai è il cibo di strada per eccellenza a Bangkok dove la ricetta si differenzia da quella tradizionale per quanto riguarda la preparazione della salsa. in questo caso si aggiungono aceto, peperoncino Thai, pasta di peperoncino e aglio. Questa è anche una versione vegana, quindi si sostituisce il tofu al maiale. Esiste ovviamente anche la versione vegetariana, più economica, è quella  a base di polpa di granchio, leggermente più costosa.

pad-thai-ricetta
  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4
  • CucinaTailandese

Ingredienti

  • 300 gspaghetti di riso
  • 250 gpetto di pollo
  • 200 ggamberi
  • 150 gtofu
  • olio di sesamo
  • aglio
  • cipollotti freschi 2
  • carote 2
  • zucchine 2
  • succo di 1 lime
  • peperoncino
  • coriandolo
  • 1 cucchiaiosalsa di pesce
  • 1/2 cucchiaiosalsa di tamarindo
  • 2 cucchiaisalsa di soia
  • 1 cucchiaiozucchero di canna
  • arachidi
  • semi di sesamo
  • germogli di soia

Preparazione

  1. Si inizia con la preparazione della salsa che verrà utilizzata per la cottura di tutti gli ingredienti; si uniscono salsa di soia, di pesce e di tamarindo con il succo del lime, lo zucchero e il peperoncino.

  2. In un wok scaldate l’olio e fate imbiondire l’aglio. Fate soffriggere i cipollotti (conservatene una parte da usare a crudo), le carote, le zucchine e i germogli tagliati sottili.

  3. Condite con un terzo della salsa e togliete dal tegame quando sono ancora croccanti. Mettete a cuocere il pollo e il tofu con un’altra parte di salsa.

  4. Una volta cotti, rimuoveteli e sostituiteli con i gamberi, che andranno a loro volta conditi con la rimanente salsa. Strapazzate infine le uova.

  5. Ora potete unire tutti gli ingredienti e cuocere gli spaghetti di riso. Una volta pronti, saltateli nel wok. Serviteli con arachidi, semi di sesamo e coriandolo fresco.

/ 5
Grazie per aver votato!


22 commenti su “Pad Thai: Asian Vibes a portata di forchetta”

  • Ho tutti gli ingredienti per poter preparare già stasera questa squisitezza. grazie per aver condiviso la ricetta. Io poi adoro gli spaghetti di riso e soprattutto la sera non appesantiscono…

  • Wooooow che bontà! Devo provarci, mi manca qualche spezia a casa come il coriandolo e la salsa di tamarindo e di pesce… però se la facessi in versione vegetariana eliminerei già qualche ingrediente 🤔 che ne dici?!

    • Io la faccio quasi sempre vegetariana, resta comunque gustosa ed è più nelle mie corde!

  • Sembra una ricetta molto semplice! Sai è anche uno dei miei cibi preferiti, ma sono negata in cucina e non ci provo per niente a prepararlo! Vado direttamente al ristorante…è meglio per tutti!

    • Ahahah! Non sminuirti così tanto! Però è anche bello farselo preparare da altri, pur sempre un atto d’amore!

  • Io praticamente in Thailandia mangiavo solo quello . A parte gli scherzi , mi è piaciuto così tanto che ne ho mangiato tantissimo.

  • Mi piacciono sempre le ricette che riporti, ma con questa vinci! Adoro l’Asia e soprattutto i loro piatti e con il Phad Thai è bontà assicurata! Lo amo questo piatto!

  • Non ho mai mangiato il Pad Tai perchè non ne ho mai avuto l’occasione ma mi piacerebbe provarlo, rientra molto nelle mie corde! Anche prepararlo a casa non mi sembra troppo difficile!
    Grazie dello spunto!

  • Ci credi se ti dico che non ho mai assaggiato il pad thai? La ricetta non mi sembra eccessivamente complicata (per le mie limitatissime capacità) per cui potrei provare a farla – tanto non ho un metro di paragone quindi sarà buonssimo! Ti farò sapere 🙂

  • Nemmeno io sono mai stata in Thailandia ma il cibo mi piace molto. Avrei proprio voglia di provare il tuo Tai Pad, ho solo un dubbio sulla salsa di pesce.. intendi il brodetto che si trova al supermercato o nei negozi etnici?

    • Non è proprio un brodo, è una salsa di calamari dal colore rossiccio. Si, si trova nei negozi etnici!

  • Oriente che passione … la mia passione per l’oriente riguarda anche il cibo ricco di aromi e profumi e tra tutti i piatti incredibili della cucina orientale il Pad thai a mio avviso la vince alla grande
    ti aspetto per mangiarlo insieme

  • Proprio oggi andrò a mangiare nel ristorante thailandese della mia città e il pad thai è un piatto che sicuramente proverò. Mi ispira molto e se poi mi piacerà proverò a farlo anche io seguendo la tua ricetta. 😁

  • Il pad thai è una delle ricette che uso più spesso quando ho voglia di qualcosa dal gusto particolare e veloce da fare. Solitamente non uso mai carne e spesce insieme ma dovrò provare anche questa versione.

  • Uuh, che ricordi il pad thai! Ne ho mangiato di buonissimo durante il mio viaggio in Thailandia. Proverò a farlo a casa seguendo la tua ricetta! Spero di riuscire a rievocare almeno un po’ quei sapori lontani nella memoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *