Il Golfo Dianese: Alla scoperta delle bellezze liguri

Poteva essere una domenica come tante altre, ma non la è stata. Si perchè scoprire le bellezze del Golfo Dianese l’ha resa una giornata speciale e non vedo l’ora di raccontarvi tutto quello che ho scoperto grazie al Comune di Cervo e al Comune di Diano Castello.

Il Golfo Dianese racchiude al suo interno borghi medievali, spiagge cristalline e prodotti di enogastronomia che lo rendono un’eccellenza nazionale. Se da un lato si trovano le acque di un mare che anche quest’anno è riuscito a racimolare il più alto numero di bandiere blu a livello nazionale, guardando un po’ più in su, si trovano i borghi medievali arroccati sulle alture.

veduta-Diano-Castello

Diano Castello e la sua storia

La visita a Diano Castello inizia alle 11, quando il sole è cocente, ma nulla mi impedirà di visitare questa perla del Golfo Dianese. Sono ancora più motivata dalla guida Sonia, che rende il tutto molto interessante, piacevole e senza momenti di imbarazzante noia. Colgo l’occasione per rinnovarle i complimenti!

Diano Castello era anticamente la sede del Lucus Bormani, ossia il bosco sacro dell’epoca preromana. Col tempo e con la costruzione di vie di comunicazione, divenne un avamposto e successivamente un luogo di riparo dagli attacchi di barbari e saraceni. Alle porte del borgo, sotto il loggiato, è presente una planimetria che mostra come poco o nulla sia cambiato dalle prime fortificazioni.

Ebbe un ruolo decisivo durante la battaglia della Meloria del 1284, dove aiutò i genovesi a sconfiggere i pisani. Da quel momento iniziò a ricevere i favori della Serenissima, tanto che alcune testimonianze della presenza di Genova si possono ancora ammirare nei dettagli delle monofore della chiesa di Nostra Signore dell’Assunta.

altorilievo-ardesia-soldato-saraceno

Le Lone di Diano Castello

C’è una cosa che mi ha colpita di questo borgo: le sue Lone. In tempi passati non è sempre stato così semplice avere acqua a disposizione. A Diano Castello c’è la testimonianza di quanto l’ingegno umano fosse importante per vivere al meglio la quotidianità. L’acqua è un bene di vitale importanza e in passato non sempre era facile reperirla. Per questo nacquero le Lone.

Golfo-dianese-lone-di-diano-castello

Nel borgo non esistevano sorgenti naturali, pertanto vennero create queste opere di ingegneria idraulica. Si tratta di cisterne sotterranee in grado di convogliare l’acqua piovana e conservarla per i momenti di bisogno. A Diano Castello quasi tutte le abitazioni possiedono la propria Lona privata, ma esistono anche dei pozzi pubblici accessibili da tutta la popolazione. Ogni descrizione è vana quando vi trovate davanti a dei capolavori di questo tipo, quindi vi consiglio di visitarle!

Alla scoperta del Golfo Dianese: Cervo

I più fedeli si ricorderanno di questo borgo, in quanto location del primo #cercamiinpiazza. Non a caso rientra fra i Borghi più belli d’Italia: i suoi scorci sono incantevoli. Nel 1198 il comune di Cervo venne acquistato dai Cavalieri di Gerusalemme. Alla popolazione non piacque molto questa decisione, così insorse e con l’aiuto della Repubblica di Genova, tornò libero. Il medioevo fu un periodo di sfarzo, durante il quale i marchesi Clavesana governarono il borgo. Oggi resta ancora visibile e visitabile il castello, dove ha sede il museo etnografico del Ponente ligure.

golfo dianese borgo di cervo

Parte della storia di Cervo è occupata dalle vicende dei corallini, coloro che andava a pesca di coralli. Fra maggio e settembre i corallini partivano alla volta di Corsica e Spagna per fare poi ritorno con le imbarcazioni cariche di questo materiale. Parte dei proventi ricavati dalla vendita vennero utilizzati per la costruzione della chiesa di San Giovanni Battista, chiama anche chiesa dei corallini.

Golfo-dianese-borgo-di-cervo

Cervo non è solo storia e aneddoti, è anche spiagge incantevoli dove rilassarsi degustando un buon bicchiere di Vermentino locale. La passeggiata del lungomare è abbellita da murales realizzati da studenti ed insegnanti del liceo artistico di Imperia. Un racconto della tradizione dove i pescatori sembrano rivivere attraversi i muri.

Il Golfo Dianese è questo e anche molto di più. Non sempre è possibile raccontare a parole quel che si è vissuto, per questo vi consiglio una visita a questa perla della Liguria.

INFORMAZIONI

Comune di Diano Castello
Via Meloria, 218013 Diano Castello (Im)
[email protected]

Comune di Cervo
Salita al Castello, 15 – 18010, Cervo
[email protected]

Golfo Dianese
Piazza Martiri della Libertà, 3 – 18013 Diano Marina (IM)
[email protected]

 

 

 

 



18 commenti su “Il Golfo Dianese: Alla scoperta delle bellezze liguri”

  • Conosco molto bene questa zona perchè abito a Imperia, quindi a pochissimi chilometri di distanza. In effetti è una parte della Liguria che offre panorami bellissimi e un mare spettacolare!

    • Io invece, abitando ad Arenzano da poco, non conoscevo ancora quella parte e mi ha molto affascinata!

  • Una descrizione perfetta per raccontare e “dipingere” un borgo incantevole e suggestivo nel suo nascondimento!

  • Non conoscevo questo luogo ma mi hai convinto ad andarci! In particolare Diano Castello e le Lone penso mi piacerebbero molto.

    • Credo che resterai stupita da entrambi i Borghi! E confermo la piacevole scoperta, hanno molto da offrire..

  • Ecco un’altra zona in cui devo assolutamente andare durante la prossima incursione in Liguria. Non conosco questo golfo, e ne apprendo le meraviglie dal tuo articolo. Devo assolutamente andare a vedere di persona questi posti adesso, spero a fine settembre… mese in cui questa regione credo dia il meglio di sè.

  • Cervo è uno dei miei borghi del cuore, ci sono stata molte volte e spero di tornarci molte altre, così raccolto e così carico di fascino. La Liguria è tutta bella, ma alcuni posti hanno un che in più.

  • Questa zona della Liguria non l’ho mai visitata anche se ne ho sentito parlare spesso! Non mi resta dunque che partire verso il golfo dianese alla scoperta di storia e relax!

  • Cervo la conoscevo già visto che da ragazzina andavo in vacanza ad Andora. A Diano castello invece non ci sono mai andata ma rimedierò molto presto .Grazie per le informazioni.

  • Sono proprio contenta che questi comunque abbiano aperto le porte per farsi scoprire un po’ di più! Tra l’altro, stanno organizzando numeri eventi per promuovere il territorio! Spero di riuscire vivamente a partecipare a uno di questi, visto che abito a soli 30 minuti di macchina!

  • Pur essendo ligure non conoscevo Diano Castello invece sono stata diverse volte a Cervo, prendo nota allora per andare alla scoperta anche di questo borgo che sembra così suggestivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *