Cosa visitare in Toscana in due giorni

La Toscana è una di quelle regioni che non mi stancherei mai di visitare. Un tour all’insegna dei paesaggi naturali, dei borghi medievali e del turismo enogastronomico. Ecco cosa visitare in Toscana in due giorni.

Siena, la città del palio

cosa-vedere-in-toscana-in-due-giorni

Città medievale, circondata da splendide colline, famosa particolarmente per il Palio; ma cosa possiamo visitare in questa città? Partirei da Piazza del Campo, che con la sua forma a conchiglia, ospita il famoso evento risalente al Seicento. Si narra che Siena fu fondata da Senio, figlio di Remo e che questa piazza fosse già allora il fulcro della vita romana.

La pavimentazione risale al Trecento e i nove spicchi rappresentano il governo che regnava in quell’epoca. A sovrastare, si nota il Palazzo Pubblico con la Torre del Mangia, che con i suoi 332 gradini, offre una vista meravigliosa su tutta la città. Risulta essere la seconda più alta in Italia, dopo il Torrazzo di Cremona; si dice che il nome derivi dal custode amante del cibo e della bella vita. Altro monumento importante è la Fonte Gaia, originariamente decorata con opere di Jacopo della Quercia.

Il bicromo Duomo di Siena, vi lascerà di stucco per la sua imponenza e maestosità. All’interno troverete riferimenti esoterici e religiosi, ma anche opere di Piccolomini e Michelangelo. Tra religione e architettura, non potete perdervi le passeggiate tra le botteghe di prodotti tipici della via Banchi di Sopra, dove i profumi golosi vi attireranno in un turbinio di gusto e sapore. Un occhio di riguardo va dato alla Fortezza Medicea, i cui bastioni offrono una vista 360° su Siena e al cui interno troverete i migliori vini toscani. Non mi farò mancare un piatto di pici e un bicchiere di Vin Santo ovviamente.

Cosa visitare in Toscana in due giorni: Monteriggioni

cosa-vedere-in-toscana-in-due-giorni

Piccolo paese nei pressi di Siena, è dominato da un castello edificato nel duecento come avamposto contro la rivale Firenze. Una tappa immancabile è il camminamento sui bastioni che offrono uno stupendo panorama sulla campagna toscana. La cinta muraria ha uno sviluppo di 570 m ed è costellata da 14 torri esterne e una interna. Pare che vi siano riferimenti Danteschi a queste mura: 

come su la cerchia tonda / Monteriggion di torri si corona, / così la proda che ‘l pozzo circonda / torreggiavan di mezza persona / li orribil giganti […]” (Inf., XXXI, vv. 40-44).

Trai prodotti locali più importanti, ricordiamo il Chianti Classico DOCG e il Chianti Colli Senesi DOCG, vini corposi e intensi che sfidano il Vin Santo, vino passito che accompagna i cantucci. Cito anche l’olio extravergine perfetto per condire le zuppe, ma anche da gustare su una semplice fetta di pane.

Forse non lo sapete, ma nel castello di Monteriggioni, sono ambientate scene di Assassin’s Creed, quindi attenti a non trovare Ezio!

#3 – San Gimignano

san giminiano

Siamo sempre nel territorio senese e il medioevo continua ad affiorare da ogni mattone. San Gimignano è famosa per le sue torri. Oggi ne restano 13, ma si narra che nel trecento, ve ne fossero 72, una per ogni famiglia benestante. La città è circondata da mura e la seconda cinta è percorribile a piedi per circa 2.200 m ed è possibile incontrare i torrioni medicei e le porte d’accesso alla città. La leggenda vuole che il nome derivi dal miracolo compiuto da san Geminiano che salvò la popolazione dall’invasione dei Goti del VI secolo.

San Gimignano è rinomata per la Vernaccia, vino bianco fra i più prestigiosi d’Italia, prodotto fin dal Milleduecento e per lo zafferano, prezioso fin dal medioevo. Se dovessero chiedervi cosa vedere in Toscana in due giorni, non potete dimenticarvi questo borgo.

Volterra e l’alabastro

cosa-vedere-in-toscana-in-due-giorni

Dagli etruschi all’ottocento, ogni testimonianza che troviamo appartiene ad epoche differenti ed è quasi completamente racchiusa dalle mura duecentesche. La fortezza medicea è divisa in due complessi: la Rocca antica e quella Nuova. Quest’ultima fu voluta da Lorenzo de Medici e contiene la famosa Torre del Mastio. Le tracce del dominio etrusco e romano si possono ammirare nell’acropoli, con le porte d’accesso e l’antico teatro. Tipica è la passeggiata che inizia da Piazza Martiri della Libertà e che consente, nelle giornate più limpide, di vedere perfino la Corsica.

Caratteristica della zona è la lavorazione dell’alabastro; vengono create opere d’arte di livello altissimo che vengono richieste in tutto il mondo.

Più che cosa visitare in Toscana in due giorni questo è anche un estratto della Via Francigena!



21 commenti su “Cosa visitare in Toscana in due giorni”

  • Proprio in questi giorni stavo pensando alla Toscana come “ripiego” per il mio viaggio cancellato a Siviglia. Anche perché alcune di queste città le ho viste tanti anni fa ma non sarebbe male rinfrescare la memoria. A Monteriggioni non sono mai stata ma mi ispira molto.

    • Per quanto piccola sia, posso dirti che resta comunque una delle mie preferite. Sembra di tornare indietro nel tempo!

  • Volterra è una delle poche città toscane che mi mancano da vedere. Andiamo spesso on the road in questi splendidi territori e non ti nego che ogni volta l’amore e la passione per questa regione cresce in maniera smisurata.

  • Sono rimasta incantata da Monteriggioni e San Gimignano, località davvero meravigliose, come Siena ovviamente. Ma secondo me due giorni sono pochi per vedere tutto!

    • Certamente, ma purtroppo con il lavoro devo organizzare sempre tutto calcolando il minuto!

  • Il senese è piaciuto molto anche a me. Ci ho festeggiato uno dei miei famosi compleanni in viaggio . Non dimenticherò mai i pici dell’osteria del trombicche, che consiglio a tutti : divini!

  • Hai citato dei luoghi bellissimi, tra quelli da me preferiti della mia toscana , meriterebbero ben più giorni di vacanza … ma assolutamente fattibili anche in 2 giorni
    che voglia di casa !

    • Fosse per me, mi ci trasferirei subito! Purtroppo le tempistiche a volte sono serrate, ma ci torno sempre appena posso!

  • Siena e San Gimignano le ho visitate mentre Monteriggioni e Volterra ancora no ma la loro fama le precede! La Toscana è splendida e quando posso ci torno sempre!

  • La Toscana è una regione che non mi stanca mai, è così bella che ogni borgo è una scoperta. Non sono ad esempio mai stata a Volterra e mi hai dato un ottimo spunto per possibile gita

  • Noi siamo stati in Toscana lo scorso anno ma non avendo un mezzo a disposizione, abbiamo visitato luoghi facilmente accessibili con i mezzi. Però ritorneremo l’anno prossimo per un matrimonio a Siena e di sicuro vorremo vedere sia la città sia San Gimignano in zona!! Mi segno anche Monteriggioni.

  • Avendo spesso il weekend libero, faccio tesoro di questi consigli! Per visitarla meglio, hai soggiornato in due hotel diversi o avete avuto un unico hotel, da cui poi partire per i vari borghi?

  • Questa è la zona della Toscana che più amo, e dove ritorno sempre volentieri. Se hai occasione di ritornarci ti consiglio anche Colle Val d’Elsa!

  • Ho in mente un breve weekend in Toscana a fine marzo. Il tuo articolo capita proprio a pennello perchè se San Giminiano è un posto che ho già visto in gita scolastica gli alti mi mancano. Grazie mille

  • Hai raccontato (tra borghi e città) vere e proprie icone toscane, dove l’essnza toscana si respira a pieni polmoni. Ho visitato tutte le destinazioni che hai citato, e devo dire che tornerei a Siena, dedicandole un po’ più di tempo, Non è grande, ma mi piacerebbe visitarla con calma e in maniera più approfondita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.