Cosa vedere a Oslo in due giorni (senza svenarsi)

Toccata e fuga come sempre, ma basta per godersi in tutto e per tutto l’atmosfera norvegese. Ho scelto il periodo natalizio, nonostante le temperature glaciali, per capire quanto siano veramente sentite le festività nella penisola scandinava. E direi che ho fatto la scelta giusta: pelle tonificata, calorie bruciate per scaldarmi, vin brulé scolati come fosse acqua del rubinetto, ma soprattutto tante emozioni: questa è Oslo. Ho pensato di riassumervi le cose da vedere a Oslo e le cheap tips che ho scritto in questi giorni, in un unico articolo. Quindi via alle danze!

1# Cibo locale: la Firskersuppe

fiskersuppe-zuppa-di-pesce

Pranzi alla ricerca di pesce fresco norvegese? PINK FISH è la risposta; cibo ottimo (ho preso la zuppa di salmone europea) con il pane locale di patate. Il salmone era spettacolare e freschissimo.
150 nok – circa 15 euro

2# Il caffè norvegese a colazione

Colazione nei deli che trovate in giro per la città. Brioches (molto buona!) e caffè americano (che ha più dell’espresso, quindi punto in più) a 25 nok circa 2,50 euro.

#3 Pranzo e cena al supermercato

Avete in programma viaggi in treno di lunga percorrenza? Fate spesa in uno dei tanti supermercati in città. Il cibo é buono e decisamente più economico che una cena nel vagone ristorante! In questo caso ho fatto spesa da Kiwi con pane di segale e formaggio per un totale di 5 nok circa 5 euro (usati anche per la colazione del giorno seguente).

4# Vista dall’alto: cosa vedere a Oslo gratis

cosa-vedere-a-oslo

Volete una bella vista sulla città a costo zero? Ecco a voi: questa é la sommità di Ekeberg, un parco distante circa 30 minuti a piedi dal centro e disseminato da bellissime statue. D’estate é possibile campeggiare, mentre d’inverno troverete infinite distese di neve e ghiaccio. In ogni caso é da non perdere, anche perché per arrivarvi passerete attraverso il Barcode (il nuovo quartiere simile ad un codice a barre).

#5 Luoghi nascosti

In ogni città ci sono quegli angoli nascosti che in pochi conoscono e vengono denigrati. Ma quante città possono dire di avere a pochi passi dal centro delle cascate? Oslo può, é l’Akerselva a dare vita a questa meraviglia naturale. Seguite il corso d’acqua e arriverete anche al Food District!

#6 Fra arte e buon cibo

Avete fame, ma ogni ristorante vi prosciugherebbe le tasche? Vi consiglio di andare al VippaOslo, un centro culturale e culinario, dove potrete cibarvi con piatti tipici ed economici. Un esempio? La zuppa di pesce a 150 nok (circa 15 euro). Un luogo molto particolare e artistico. Approvato!

#7 Crociera sui fiordi economica

cosa-vedere-a-oslo-porto-imbarcazioni-per-crociera

Crociera tra i fiordi? Un po’ troppo expensive forse. Allora fate così, acquistate un abbonamento giornaliero per i mezzi pubblici (105 nok, circa 10,50 euro) e, oltre ad avere compresi bus, tram, metropolitana e treni, avrete anche la linea b1 dei traghetti che vi porterà in giro per le isole di Oslo.

#8 Sci e Trono di Spade

trono-di-spade-oslo

Fan del Trono di Spade? No, non c’è nulla qua di inerente, ma troverete un bellissimo trono di sci. Già perchè siamo a Holmenkollen, dove si trova il famoso trampolino per il salto con gli sci. A 30 minuti dalla città con la metropolitana, potrete trovare questa area di percorsi e sport, accessibile gratuitamente.



18 commenti su “Cosa vedere a Oslo in due giorni (senza svenarsi)”

  • Brava, ammiro molto la tua voglia di esplorare. Sei davvero una ragazza in gamba.
    Un abbraccio.
    Luisa e mamma

  • Non ho mai preso (ancora) in considerazione il Nord Europa proprio perché ritenuto caro, soprattutto durante le vacanze di Natale. penso invece a ciò che hai consigliato e che questo potrebbe benissimo essere adatto ad ogni tipo di viaggiatore: chissà che il nord non diventi più abbordabile? Di sicuro quando ci andrò seguirò i tuoi consigli!

    • Abbordabile o meno, resta sempre la mia patria. Mi sento davvero legata a quelle terre, come se nelle mie vite precedenti avessi sempre vissuto li!

  • Molto simpatico il tuo itinerario è ricco di spunti utili a chi magari vuole apprezzare anche aspetti inediti di una città come Oslo, che tra l’altro mi incuriosisce e non poco.

  • Siamo stati a Oslo mezza giornata come tappa del nostro viaggio di nozze. Abbiamo fatto alcuni giorni a Copenhagen e poi abbiamo fatto la crociera lungo i fiordi. Ci torneremmo volentieri, ma, come dici tu, quello che ci trattiene è l’altissimo costo della vita. Grazie dei tuoi consigli.

  • Non è la prima volta che sento dire che i pasti in Norvegia sono carissimi; in effetti, una zuppa di salmone, sia pure buonissima, a 15 euro è proprio costosa.

  • Non ho ancora messo nella mia lista città del Nord Europa, sia al pensiero delle rigodé temperature che per i prezzi spesso da capogiro. Chissà, magari prima o poi un pensiero c’è lo farò 😜

  • In un unico articolo ho trovato due cose che a me interessano moltissimo, il buo cibo e con te vado sempre sul sicuro e lo spendere poco . Che altro desiderare !

  • Ultimamente per monitorare un pò il budget abbiamo optato per pranzare in giro provando street food locale. Spesso nei supermercati abbiamo avuto modo di prendere deliziose portare take away e di deliziarci con la gastronomia proprio come al ristorante. So che Oslo è molto cara ma sono anche convinta che i soldi spesi in viaggio siano quelli meglio utilizzati!

  • In realtà a volte è forse più un pregiudizio quello che porta la gente a pensare che il Nord Europa sia carissimo: in realtà mi è capitato di trovare prezzi più alti in tante grandi città europee. Poi la Norvegia è un paese che adoro e spero di tornarci presto (sto proprio tenendo d’occhio i voli in questi giorni).

  • Sono stata appena un mese fa ad Oslo e mi è piaciuta proprio tanto, come mi sembra sia piaciuta anche a te! La crociera di due ore nel fiordo l’ho pagata sui 30 euro se non sbaglio, non è poco ma li è valsi tutti! Nella piazza del Municipio ci sono dei food trucks molto frequentati, in quello asiatico ho mangiato degli involtini con i gamberetti e salsa di arachidi che ancora mi sogno!

    • Oh che meraviglia! Quando sono andata io non c’erano food truck purtroppo, altrimenti mi sarei fiondata sulla tua stessa scelta!

  • I paesi del Nord mi affascinano ma ogni volta mi freno dal prenotare proprio per i costi eccessivi. Questi spunti (e utilissimi consigli) hanno ribaltato la mia prospettiva di paese supercaro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.